DECRETO AGOSTO, VERGOGNOSA L’ESCLUSIONE DI ASSISI DAI CONTRIBUTI ALLE CITTÀ D’ARTE AD ALTA VOCAZIONE TURISTICA

“L’esclusione di Assisi dall’elenco delle città d’arte ad alta vocazione turistica è inspiegabile quanto inaccettabile”. Così in una nota i senatori Luca Briziarelli, Gian Marco Centinaio, responsabile nazionale dipartimento Turismo e Lucia Borgonzoni responsabile nazionale dipartimento Cultura. “Le città indicate del Decreto Legge riceveranno 500milioni di euro a fondo perduto per sostenere le attività commerciali presenti nei centri storici. Il criterio individuato per la scelta è quello del rapporto tra numero di presenze di turisti stranieri e residenti che, per le città che non sono metropolitane, deve essere del triplo. In maniera del tutto arbitraria il Ministero ha però deciso di escludere i Comuni che non sono capoluogo di Provincia a prescindere dalle presenze. Ciò ha determinato l’esclusione di un Comune come quello di Assisi che, a fronte di 28mila residenti, conta 1 milione e 200mila presenze turistiche delle quali 600mila sono straniere con un rapporto di ben 20 volte rispetto ai residenti. Il caso di Assisi è emblematico, ma stessa sorte è toccata anche ad altre realtà umbre e italiane, per questo come Lega – spiegano i senatori del Carroccio – chiederemo che i contributi siano assegnati a tutti i Comuni d’arte ad alta vocazione turistica che rispettino il rapporto fra presenze straniere e residenti”.

NO ALLA RATIFICA DELLA CONVENZIONE DI FARO. A RISCHIO L’IDENTITA’ ITALIANA

FONTE: (ASI)

Intervista con il Senatore Luca Briziarelli , vice Presidente della Commissione Parlamentare d’inchiesta per gli Illeciti Ambientali. Con lui parliamo della Convenzione quadro del Consiglio d’Europa sul valore dell’eredità culturale per la società, presentata il 27 ottobre 2005 nella città portoghese di Faro, sottoscritta dall’Italia nel 2013.

La Convenzione, riferisce il Senatore, parte dalle buone intenzioni , quelle di considerare la Cultura come patrimonio dell’umanità , la valorizzazione della cultura . Ma si rischia di avere uno “oscurantismo” di ritorno.

L’Italia è la prima per siti UNESCO. La Convenzione dice che ogni popolo dovrebbe essere messo in condizione di poter valorizzare oltre che fruire il Patrimonio. Nasce nel 2005.

In alcuni articoli tra i quali il il 7 ed il 15,16 e 17 trapela l’incongruenza .

“Bisogna riconoscere il punto di vista di tutte le culture anche quelle minoritarie. Il consiglio di Europa può legiferare sulla questione”.

Il problema sta nella decisionalità che l’Unione Europa a dirimere le questioni. Il Senatore porta ad esempio le comunità Musulmane . In varie condizioni si potrebbe pensare che per queste ultime,  alcuni affreschi dovrebbero essere coperti , e sarebbe l’Europa a decidere, “rimuovendo” letteralmente, parti del nostro Patrimonio Culturale.

Così si parla della Divina Commedia. Pietra fondante della nostra cultura , è possibile seguendo le linee della Convenzione, che potrebbe essere censurata.

Anche le nudità della classicità potrebbero essere coperte o rimosse.

Si dona in mano agli organi UE competenti uno strumento potentissimo per oscurare le nostre origini e l’arte in tutta la sua pura essenza.

Occorre salvaguardare lo spirito Occidentale. “Il rispetto dell’altro non può essere l’annullamento di sé”  ribadisce il Senatore , facendoci capire che l’arte nella sua forma originaria e pura, non debba essere messa in qualche modo a repentaglio da strumenti legislativi in mano all’ “Europa”.

La Lega si batterà contro la ratifica del trattato. Si ritiene che per l’Italia sia “un rischio fortissimo” , che “attenta all’arte dello stato e alle sue peculiarità stilistiche”.

Si fa riferimento anche alla copertura delle statue in occasione della visita del Presidente Iraniano. I lettori si domandano se sia giusto che le rappresentazioni artistiche libere debbano essere minate da questo progetto. L’Italia culla della civiltà detiene l’80% del patrimonio UNESCO .

Non è giusto andare a sminuire il nostro corredo artistico-culturale. L’eredità storica è ciò che ci accomuna e ci unisce sotto la stessa bandiera , facendoci sentire parte di un qualcosa di più grande. La culturà una grande opportunità per creare posti di lavoro.  Il Senatore parla anche della fruibilità e della fierezza dell’insieme delle nostre strutture museali e storico-artistiche. Esse non possono e non devono essere messe a repentaglio .

Agenzia Stampa Italia, ringrazia il Senatore Luca Briziarelli e la Lega  per il contributo che stanno dando in difesa del patrimonio artistico italiano.                Come ASI seguiremo con attenzione questa vicenda e daremo il nostro contributo per questa lotta di civiltà. Siamo orgogliosi di difendere le nostre radici culturali e storiche. L’obiettimo è chiaro: possano le future generazioni goderne del meraviglioso ed inestimabile patrimonio artistico italiano che tutto il mondo ci invidia.

Massimiliano Pezzella – Agenzia Stampa Italia

NO ALL’ACCORPAMENTO DELLE CAMERE DI COMMERCIO

“Ci opporremo a quanto previsto dal Decreto Agosto in tema di accorpamento delle Camere di Commercio”. Così i parlamentari umbri della Lega, Valeria Alessandrini, Virginio Caparvi, Riccardo Augusto Marchetti, Luca Briziarelli, Barbara Saltamartini, Simone Pillon e Stefano Lucidi.

“Per effetto del decreto – continuano – l’Umbria rischia di perdere l’Ente camerale territoriale di Terni fin dal prossimo autunno, Ciò rappresenterebbe un grave danno per il tessuto socio-economico locale già fortemente provato da una crisi post covid che avrebbe dovuto spingere l’Esecutivo nazionale alla rimodulazione di alcune delle norme precedentemente ratificate. La Camera di Commercio ternana è un punto di riferimento importante per molte imprese, un presidio fondamentale di supporto alle attività economiche e produttive del territorio. In un momento in cui il Governo dovrebbe adoperarsi per favorire la ripresa, sembra stia lavorando per frenarla. Come Lega metteremo in campo tutte le azioni possibili affinché il Ministero dello Sviluppo Economico provveda in tempi rapidi alla modifica del Decreto Agosto, al fine di bloccare il processo innescato di accelerazione delle procedure di accorpamento degli Enti camerali. Il Governo ascolti le imprese, basta con queste soluzioni calate dall’alto che non guardano alle esigenze dei territori”.

PRIMO SOCCORSO CITTA’ DELLA PIEVE, LAVORIAMO ALLE SOLUZIONI SENZA ALLARMISMI

“In queste ore assistiamo all’ennesima comunicazione sulla stampa e attraverso post sui social che segnalano ipotetiche future interruzioni del servizio presso il punto di primo soccorso a Città della Pieve, a causa delle carenze di personale.  Un atteggiamento che va avanti ormai da un paio di settimane e che viene puntualmente smentito dai fatti. Tanto che l’interruzione di cui in queste ore si torna a parlare, era stata annunciata per il primo agosto, ma è sotto gli occhi di tutti che ciò non sia avvenuto grazie all’impegno e all’interessamento dei vari soggetti sia amministrativi che politici a tutti i livelli, senza però che gli autori dell’annuncio si siano nemmeno presi la briga di scusarsi con i cittadini per il procurato ingiustificato allarme. Quello del personale è un problema reale, ma non si capisce quale utilità abbia inseguire voci, spesso non confermate, a meno che la ricerca della visibilità legata al sensazionalismo dell’annuncio interessi più di quella delle soluzioni.” Sono le parole del Senatore lacustre, Luca Briziarelli che interviene per dare rassicurazioni sul continuo vociferare di ipotetiche interruzioni di servizi nella sanità del Trasimeno. “La drammatica situazione ereditata dalla precedente amministrazione regionale è sotto gli occhi di tutti. Direzione sanitaria, Amministrazione comunale ed eletti del territorio stanno lavorando per trovare soluzioni immediate in attesa di una riorganizzazione complessiva che permetta di colmare le carenze di organico che, purtroppo, riguardano tutto il territorio regionale. A tal fine sono in corso contatti anche con il personale in pensione e con quello di altre zone per assicurare i servizi – continua Briziarelli – in particolare quello del punto di primo soccorso a Città della Pieve.  Come noto le criticità più rilevanti sono legate alla scarsa presenza di anestesisti, radiologi e personale del pronto soccorso, e su questo stiamo lavorando. Nella giornata di ieri, solo a titolo di esempio, ho personalmente seguito, insieme ai vertici della struttura aziendale, l’individuazione di una soluzione per l’impiego di un’anestesista che già dalla fine del mese di agosto prenderà servizio a Città della Pieve alleggerendo il carico di lavoro dei medici presenti e garantendo la continuità del punto di primo soccorso. Quanto alla visita del 10 settembre – conclude il Senatore Briziarelli – dell’assessore Coletto avverrà proprio per individuare quelle soluzioni strutturali e definitive per i servizi sanitari dell’area del Trasimeno che negli anni non sono mai stati compiutamente assicurati”.

LEGGI ANCHE: TRASIMENO OGGI

CORRIERE PIEVESE

SICILIA, CONTINUA IL LAVORO DELLA COMMISSIONE BICAMERALE ECOREATI

Continua il lavoro della Commissione Bicamerale di Inchiesta sugli Ecoreati sul ciclo delle acque e il trattamento delle acque reflue in Sicilia. “Dopo l’audizione del nuovo Commissario Straordinario Giugni – spiega il Senatore della Lega, Luca Briziarelli – che si è svolta il 28 luglio a Roma, da settembre si torna in Sicilia per continuare i sopralluoghi nella Sicilia Occidentale”.

GUARDA IL VIDEO DEL SENATORE DELLA LEGA, LUCA BRIZIARELLI SUL LAVORO DELLA COMMISSIONE BICAMERALE IN SICILIA

DL SEMPLIFICAZIONE, LE PROPOSTE DELLA LEGA PER L’AMBIENTE

Il Senatore della Lega, Luca Briziarelli ha parlato del Dl Semplificazione e degli emendamenti proposti dalla Lega a sostegno dell’ambiente. “Un Decreto che già dalle bozze è apparso un decreto che ha semplificato ben poco. In un Semplificazione un cittadino vorrebbe vedere scritte le parole come “abrogato” “tolto” invece vediamo solo aggiunte di Comitati – ha sottolineato il Senatore Gava – di Articoli e Commi. Per quanto riguarda il campo ambientale e della sostenibilità – hanno spiegato i Senatore del Carroccio  – abbiamo fatto proposte di buon senso: per esempio sulla parte relativa ai dragaggi, un tema molto sentito non solo per i porti, ma anche per le acque interne. Semplificazione quindi dei dragaggi con una procedura unica. Una semplificazione dei tempi, una semplificazione anche sul percorso da avviare. I dragaggi sono una parte fondamentale anche per il rilancio dell’economia, altrimenti i grandi investitori non possono certo investire nei nostri territori […]”.  “L’ambiente è un tema fondamentale – ha continuato Briziarelli- e come Lega abbiamo preso un impegno, l’ambiente è di tutti. Avevamo individuato 10 priorità e in tutti i provvedimenti, anche nel Semplificazione, stiamo facendo proposte concrete in questa direzione. Non basta tutelare e valorizzare, ma serve che diventi un volano di sviluppo per tutti […]”.

GUARDA IL VIDEO CON GLI INTERVENTI COMPLETI DEI SENATORI GAVA E BRIZIARELLI SUL DL SEMPLIFICAZIONE

FESTA LEGA TRASIMENO, GRANDE SUCCESSO PER LA SECONDA EDIZONE

Grande successo per la seconda Festa della Lega Trasimeno. Si è svolta ieri sera al ristorante Da Faliero di Montebuono di Magione “Trasimeno sotto le stelle” un appuntamento che anche quest’anno ha richiamato molte persone. Tra i presenti il Senatore lacustre Luca Briziarelli, Manuel Vescovi, Responsabile dell’Accademia Federale leghista e la Senatrice Tiziana Nisini responsabile provinciale di Siena che hanno sottolineato “Come la presenza della Lega sui territori sia costante e non certo limitata alle campagne elettorali. L’organizzazione di questa festa arrivata alla sua seconda edizione – ha spiegato Briziarelli – e l’attività quotidiana svolta dai militanti e dagli amministratori della Lega, ne è la riprova. Giusto un anno fa, all’edizione numero uno di questo evento, partiva la campagna elettorale per liberare l’Umbria e a distanza di pochi mesi dalla vittoria, già molto è stato fatto”.  Particolarmente sentito il collegamento telefonico dalla Sicilia del Senatore Stefano Candiani, a lungo commissario della Lega in Umbria che ha sottolineato come porti “da sempre questa regione nel cuore. Tornerò molto presto a visitare questi magnifici luoghi”. Presenti anche molti amministratori, sindaci ed esponenti regionali tra cui il Consigliere del Trasimeno Eugenio Rondini, l’assessore alle Infrastrutture e ai Trasporti Enrico Melasecche e il Presidente della Seconda Commissione regionale, Valerio Mancini che hanno fatto il quadro dei numerosi interventi già effettuati sul territorio del Trasimeno: dalle paratie che portano finalmente acqua al Trasimeno e non a Chiusi alla variante di Castiglione del Lago passando per il Trasimeno line. “Siamo consapevoli che molto ancora c’è da fare – hanno concluso -, ma continuando a confrontarci con il territorio continueremo a migliorarci ottenendo sempre nuovi risultati”. Con loro presenti anche i consiglieri Francesca Peppucci e Daniele Carissimi.

LEGGI ANCHE: TRASIMENO OGGI

PERUGIA TODAY

LA NAZIONE UMBRIA

UMBRIA JOURNAL  

ORA DEL TRASIMENO

MONTEFALCO, OPPOSIZIONI PRONTE A STRUMENTALIZZARE PER COLPIRE LA PRESIDENTE TESEI

“Gli ottimi risultati di Donatella Tesei in Regione sono evidenti, così come i disastri ereditari dalla pessima gestione della sinistra, per questo Pd e i 5 Stelle, non avendo altri argomenti strumentalizzano i dati del bilancio di Montefalco contando sul fatto che i cittadini non siano informati, ma a parlare ci sono gli atti, i numeri e, soprattutto, i risultati di 10 anni di buona amministrazione che sono sotto gli occhi di tutti. Per gli aspetti tecnici basta la leggere la nota del Comune, per guardare quanto è stato fatto basta visitare Montefalco”. Sono le parole del Senatore della Lega, Luca Briziarelli a sostegno della Presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei. “Bisogna evitare strumentalizzazioni politiche – continua il Senatore del Carroccio – cosa che invece non hanno fatto sia gli esponenti dell’opposizione comunale sia quelli dell’opposizione regionale. Come spiegato dalla stessa Giunta di Montefalco tutto è iniziato nel 2009 quando la nuova maggioranza si trovò a dover coprire alcune centinaia di migliaia di euro di debiti fuori bilancio e a fare i conti con poste fiscali inevase. Nel 2015 nel rispetto della riarmonizzazione contabile la Giunta ha provveduto ad un riaccertamento straordinario delle entrate ed uscite dell’Ente poste in essere anche da prima del 2009, facendo emergere un disavanzo di circa 1 milione e 500 mila euro, disavanzo già oggetto di piano di rientro e che oggi ne residuano 1,2 mln, mentre nel 2018 il successivo riaccertamento ha portato ad un ulteriore disavanzo di circa 367mila euro, come è stato correttamente detto in campagna elettorale. Con il subentro lo scorso anno della Giunta comunale e con il subentro a gennaio 2020 del nuovo responsabile finanziario si è proceduti ad un ulteriore riaccertamento dei residui le cui risultanze sono riportate nel consuntivo 2019 che vede sommati: la rimanenza del riaccertamento 2015 oggi pari a 1,2 ML di euro, ad 1,7 ML di incremento del fondo di garanzia e di c.a 1,3 ML di euro derivanti dall’ultimo riaccertamento dei residui e la cui somma dà 4,2 ML di euro. Ma parlare ad oggi di 4,2 mln di “buco di bilancio” a Montefalco, come spiegato dalla stessa maggioranza, senza spiegarne i passaggi e la composizione si vanno a stravolge i fatti oggettivi, al solo fine di fomentare polemiche”.

LEGA, INAUGURAZIONE SEDE FONTIVEGGE CON MATTEO SALVINI: PRESIDIO DI LIBERTA’ E LEGALITA’

Il Senatore della Lega, Luca Briziarelli ha fatto tappa all’inaugurazione della sede della Lega a Fontivegge.

Al taglio del nastro è stato presente anche Matteo Salvini che ha definito la struttura come “un punto di ascolto per il quartiere e la città”. “Sarà – ha inoltre sottolineato il Senatore Briziarelli – un presidio di libertà e di legalità e un riferimento per tutta la cittadinanza. In Umbria non ci sono le elezioni, ma ci sono i suoi cittadini, i loro problemi e le soluzioni da trovare. Questa è la differenza fra la Lega e tutti gli altri. Perché aprire oggi una sede al tempo del web e dei social ? perché noi i cittadini li vogliamo guardare negli occhi e vogliamo prenderci impegni, non fare solo promesse in campagna elettorale, ma rispettarle […]”.

VIDEO UMBRIA JOURNALTV: GUARDA L’INTERVENTO DEL SENATORE LUCA BRIZIARELLI

VERBALI DEL COMITATO SCIENTIFICO, DA CONTE VOGLIAMO LA VERITÀ

“Abbiamo chiesto che il Governo venga in Parlamento a spiegare – ha sottolineato il Senatore della Lega, Luca Briziarelli a margine della seduta in Senato –  perché ha posto il segreto di Stato sui verbali del Comitato Scientifico. Gli italiani hanno il diritto di sapere la verità, ma la maggioranza ha detto no. Cosa nasconde Conte?”.

———————————————————————————–

FONTE: https://www.repubblica.it/

“Un atteggiamento criminale”. Così Matteo Salvini bolla la decisione del premier Giuseppe Conte, a marzo, di imporre il lockdown in tutta Italia per l’emergenza coronavirus. Stando infatti a quanto contenuto nei verbali del Cts, il comitato tecnico scientifico del Covid-19, desecretati dal governo e pubblicati sul sito della Fondazione Einaudi, a marzo il Cts propose una chiusura del Paese a zona, differenziata a seconda della percentuale di contagiati nelle varie regioni. Il governo, invece, optò per un lockdown totale. “Se io vado a processo il 3 ottobre per avere trattenuto poche decine di immigranti per qualche giorno su una barca, allora portiamo Conte e i suoi al tribunale internazionale perché hanno sequestrato mezza Italia”, attacca Salvini da Perugia. Che poi aggiunge che se quanto contenuto nei verbali del Cts è vero, la decisione di Conte “sarebbe criminale”.

A difendere la scelta del governo è invece il presidente dell’Emilia Romagna, il dem Stefano Bonaccini. “Parlare dopo è molto facile”, dice intervistato da La7 al programma L’aria che tira. Durante l’emergenza, dice il governatore del Pd, “abbiamo passato giorni e notti tra governo centrale e Regioni a provare a scrivere ordinanze, decreti, anche un po’ inventandoceli perché non avevamo grandi esperienze a cui attingere”. E aggiunge: “Penso che questo Paese abbia reagito, magari facendo errori, abbiamo gestito l’emergenza meglio di altri Paesi”. Poi, rispetto alla pubblicazione dei verbali del Cts, Bonaccini conclude: “Mi interessa la vita reale più che la desecretazione degli atti. E in caso, mi interesserebbe di più la desecretazione degli atti di terrorismo visto che attendiamo ancora la piena verità sulle stragi del 2 agosto o Ustica o altre stragi italiane”.