CITTÀ DELL’ARIA AL “FLIGHT AND FUN 2022” DI PAVULLO PER PARLARE DI RISULTATI E PROGETTI

Bellissima giornata all’aviosuperficie di Pavullo in occasione della giornata conclusiva di “Flight and Fun 2022”, organizzata dall’Aero Club d’Italia in collaborazione con l’Aeroclub Pavullo.
Sono felice che in occasione dell’ultima giornata si sia svolto il convegno di Città dell’Aria dal titolo “Vds e avioturismo, a metà del viaggio. A che punto siamo e dove stiamo andando”, organizzato insieme agli amici Silvano Teodorani e Guido Medici.
È stata l’occasione per fare il punto su quanto è stato fatto e su quanto c’è ancora da fare.
Nonostante le difficoltà, i risultati ottenuti in questi mesi sono sicuramente importanti.
Dal 2018 abbiamo fatto molta strada: dall’approvazione in legge di bilancio della norma che prevede l’istituzione di un tavolo per l’introduzione dell’avioturismo in Italia, all’istituzione del SAVA (Sistema Aereo di Vigilanza Antincendio), passando per il decreto ministeriale che dà concreta attuazione alla richiesta di aumento dei pesi per il Vds, fino all’ultimo risultato dell’approvazione della legge che dà alle aviosuperfici esistenti e a quelle di futura realizzazione la possibilità di dotarsi di un distributore di carburante.
In questi mesi è andato avanti anche l’iter di approvazione della legge relativa al volo per l’avioturismo con il deposito di un testo aggiornato, che ieri è stato illustrato, e al quale sarà dedicato uno specifico convegno nell’ambito della festa per i 30 anni di avioportolano che si svolgerà all’aviosuperficie di Valle Gaffaro dal 2 al 4 di settembre.
Nel corso della giornata si è svolta anche la riunione del Consiglio Nazionale di Città dell’Aria che ha tracciato un bilancio del primo anno di vita dell’associazione e il programma delle attività dei prossimi mesi che vedrà, oltre ad una serie di iniziative locali organizzate dalle Amministrazioni comunali e dalle aviosuperfici associate, anche la partenza di un vero e proprio tour nazionale che da qui al prossimo anno toccherà tutte e 20 le regioni italiane e che si concluderà in aprile con la seconda edizione della “Giornata Nazionale del Volo” che è già stata istituita dalla Repubblica di San Marino e che speriamo, per allora, possa diventare realtà anche in Italia.
Un ringraziamento particolare a tutti coloro che, con il proprio impegno e la propria passione hanno creduto e reso possibile tutto questo.