PRESENTATA LA PROPOSTA DI LEGGE PER CELEBRARE I 5 SECOLI DALLA MORTE DI SIGNORELLI E DEL PERUGINO

Ringrazio il sindaco di Cortona, Luciano Meoni, e all’Assessore alla Cultura Francesco Attesti per avermi invitato, insieme al collega Riccardo Nencini, alla conferenza stampa di presentazione della proposta di legge per le celebrazioni dei 5 secoli dalla morte di Signorelli e del Perugino.
Un percorso che sono orgoglioso di aver iniziato nel 2020 con l’incontro organizzato tra le Amministrazioni Comuali di Cortona e di Città della Pieve e che nel 2021 ha visto la sottoscrizione di un protocollo di intesa tra Cortona, Città della Pieve, Orvieto, che ha individuato nel GAL Trasimeno Orvietano il soggetto capofila. Un protocollo che è stato siglato all’interno del Duomo di Orvieto, nella cappella di San Brizio che ha dei meravigliosi affreschi del Signorelli, e Todi, dove ha operato lo Spagna, uno dei principali allievi del Perugino.
Per il Perugino sono già stati individuati il comitato nazionale e i fondi necessari. Stessa richiesta abbiamo fatto per il Signorelli con il deposito in Senato di un disegno di legge dedicato.
È un progetto importante che va oltre il 2023, partiamo da un passato comune per vivere un futuro insieme che coinvolga l’area di confine tra Umbria e Toscana e si allarghi a tutto il Centro Italia, una parte fondamentale del nostro Paese, troppo spesso dimenticata.