XII GIORNATA DIMORE STORICHE, “FONDAMENTALE VALORIZZARE QUESTO PATRIMONIO”

Si è svolta la XII Giornata Nazionale delle Dimore Storiche Italiane, un patrimonio vasto ed eterogeneo. Oggi, sono 400 quelle che possono essere visitate, ma quelle presenti in Italia sono 37.708.
Parliamo di case storiche, palazzi, ville, castelli, torri, diffuse su tutto il territorio italiano rilevate dal censimento del Iccd (Istituto centrale per il catalogo e la documentazione). Le 9400 dimore aperte al pubblico prima della pandemia accoglievano 45 milioni di visitatori l’anno (contro i 49 milioni dei musei pubblici). Sono dati dell’ultimo rapporto realizzato dalla Fondazione Bruno Visentini e promosso dall’Associazione Dimore Storiche Italiane, Confagricoltura e Confedilizia.
Il 28% delle dimore storiche si trova in comuni con meno di 5.000 abitanti e costituisce per questi piccoli borghi il principale volano di attrazione turistica, culturale e sociale, con effetti positivi sulle economie locali. Oltre la metà (54%) è situata in comuni sotto i 20.000 abitanti, mentre il 31,3% si trova in aree periurbane o al di fuori dei centri abitati. Un patrimonio vasto ed eterogeneo, collocato tanto nelle metropoli quanto nei piccoli centri, comprese le valli e le montagne del Belpaese.