IMBALLAGGIO FLESSIBILE: “DA MINACCIA A OPPORTUNITA’ PER RISPETTARE GLI OBIETTIVI EUROPEI”

Mantenersi in equilibrio in un’era di forte discontinuità, come quella che stiamo vivendo, è fondamentale. A farlo, ci ha pensato Giflex, Gruppo Imballaggio Flessibile, una realtà integrata nel sistema Confindustria grazie all’adesione ad Assografici e che rappresenta oltre 90 aziende della filiera del packaging flessibile, più di 9.600 addetti (+12% negli ultimi 10 anni) e un fatturato di oltre 3 miliardi di euro in costante crescita.
“Ringrazio Giflex per l’invito a partecipare alla tavola rotonda “Packaging & Packaging Waste Directive: minacce e opportunità per il flessibile”, incontro moderato da Alberto Palaveri, Presidente di Giflex, in cui mi sono confrontato con Mattia Pellegrini, DG Ambiente Commissione Europea, Silvia Grandi, DG Economia Circolare Ministero della Transizione Ecologica (MiTE) per trovare soluzioni per il settore che permettano di raggiungere concretamente gli obiettivi di sostenibilità fissati dall’Europa, trasformandoli in opportunità per il sistema imprenditoriale. È anche con iniziative come questa che si costruisce il futuro”.