ANIMALI ESOTICI: “SI’ ALLA TUTELA DELLA SALUTE, NO AI DIVIETI IDEOLOGICI”

“C’è un intero comparto, che conta migliaia di imprese e decine di migliaia di addetti, che tra pochi giorni rischia di essere messo fuori legge per colpa di una norma che vieta l’importazione, la commercializzazione e la conservazione di fauna esotica che nessun altro Paese Europeo ha introdotto”. Così il senatore Luca Briziarelli,  in aula, a Palazzo Madama, per chiedere un intervento del Governo per la tutela degli animali d’affezione e una revisione della norma che rischia di essere inutile e controproducente per gli stessi animali.
“Non stiamo parlando di animali a rischio di estinzione ma di canarini, pesci, pappagalli, rettili e tanti altri, che fanno parte della quotidianità di milioni di italiani, che vivono all’interno delle nostre famiglie e che molto spesso sono allevati da aziende italiane. Esemplari che, se liberati in ambiente rischierebbero di morire o di alterare interi habitat naturali.
Noi, come Lega, chiediamo al Governo di rivedere questa impostazione contro la quale ci battiamo da mesi. Siamo assolutamente a favore di una regolamentazione per la tutela  degli animali, dell’ambiente e della salute. Ma diciamo ‘NO’ a divieti ideologici che non tutelano niente e nessuno e rischiano addirittura di incentivare il commercio illegale degli animali a tutto vantaggio proprio di quelle zoomafie che andrebbero combattute con forza.
Per ascoltare il mio intervento, clicca qui