GEOBONUS: “ONORATO CHE TODI SIA IL PRIMO COMUNE AD USARE QUESTO STRUMENTO”

“Complimenti al Sindaco di Todi Antonino Ruggiano e al Vicesindaco Adriano Ruspolini, primi in Italia ad aver approvato in Giunta un atto esecutivo per l’utilizzo del ‘Geobonus’. Misura introdotta nel 2018, su mia proposta, all’interno della Legge di Bilancio n.145 e concretamente utilizzabile dal febbraio scorso a seguito della pubblicazione del relativo DPCM attuativo. Il suo meccanismo è in tutto simile a quello dell’Art Bonus, ma si rivolge alla tutela, salvaguardia e valorizzazione dell’ambiente. La norma prevede un credito d’imposta del 65% per le donazioni finalizzate ad ‘interventi su edifici e terreni pubblici, sulla base di progetti presentati dagli enti proprietari, ai fini della bonifica ambientale, compresa la rimozione dell’amianto dagli edifici, della prevenzione e del risanamento del dissesto idrogeologico, della realizzazione o della ristrutturazione di parchi e aree verdi attrezzate e del recupero di aree dismesse di proprietà pubblica’. Tengo particolarmente a sottolinearlo perché quest’anno la tutela dell’ambiente è entrata, a tutti gli effetti, nella Costituzione ed in questo quadro se si vuole che la sua difesa sia veramente tra i nostri principali obiettivi è necessario che agli intenti seguano azioni concrete”.

Sono le parole del Senatore della Lega, Luca Briziarelli a margine della presentazione dei tre progetti che Todi intende realizzare attraverso il ricorso dello strumento da lui ideato. “Il ‘Geobonus’ – ha spiegato Briziarelli – è nato come misura strutturale a disposizione delle comunità, delle Amministrazioni e del tessuto economico ed imprenditoriale. La legge ha stanziato risorse per un milione di euro per il 2019, 5 milioni di euro per il 2020 e 10 milioni l’anno a partire dal 2021. Quelli di Todi – ha proseguito l’esponente della Lega – sono i primi progetti, in Italia, approvati da una Giunta Comunale che prevedono l’uso del ‘Geobonus’. Sono particolarmente felice della volontà espressa dal Vice Sindaco Ruspolini che per primo ha immaginato tale possibilità e ha seguito l’iter di approvazione dell’atto. Ho risposto volentieri – va avanti Briziarelli – alla richiesta dell’Amministrazione Ruggiano di poter avere da parte mia sostegno e supporto nel percorso di attuazione ed auspico che altre realtà in Umbria ed in Italia possano fare altrettanto. Per questo sto lavorando anche a un protocollo d’intesa a livello nazionale per far conoscere la misura anche a tutti i Comuni d’Italia. La volontà di utilizzare, da parte dell’Amministrazione di Todi, uno strumento come questo, dimostra come  non basti saper gestire ciò che c’è, ma serva spendersi in prima persona, individuare specifiche misure ed avvalersene dimostrando di conoscere il proprio territorio e rispondere alle necessità di cittadini, famiglie ed imprese per dar vita, tra l’altro, anche a una cittadinanza attiva, e ad una presenza concreta nel proprio territorio con la volontà di creare collaborazioni tra i vari livelli istituzionali, ma anche tra pubblico e privato”.

Come hanno spiegato il Sindaco Antonino Ruggiano e il Vice Sindaco Adriano Ruspolini Todi in particolare utilizzerà il “Geobonus” per la manutenzione e il consolidamento delle opere inerenti il Colle di Todi (già oggetto di un finanziamento di 1 milione e 350 mila euro grazie ad un mio emendamento specifico), si realizzeranno e/o ristruttureranno parchi ed aree verdi attrezzate al fine di dotare l’intero territorio comunale di aree da destinate a parchi per bambini e si procederà alla ristrutturazione della palazzina comunale di Pantalla in località Sant’Antonio con la finalità di centro aggregativo e sede delle Associazioni.