QUIRINALE, SECONDO GIORNO. IL CENTRODESTRA PROPONE LA SUA TERNA DI NOMI. ECCO CHI SONO

La seconda giornata di votazione per il nuovo Presidente della Repubblica riprende a Montecitorio, con una riunione tra il leader del Carroccio Matteo Salvini, i Senatori del gruppo, i Governatori e i delegati regionali. Oggetto, il Quirinale. Occasione in cui Matteo Savini anticipa che “è al lavoro su alcuni nomi – donne e uomini – di altissimo profilo”. Le trattative tra i partiti politici vanno avanti. Ma non c’è ancora la quadra. In mattinata, il centrodestra annuncia una conferenza stampa per presentare i suoi nomi.

Le agenzie di stampa battono i primi possibili nomi. C’è quello di Giulio Tremonti, così come si fa strada l’ipotesi della presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati. Nomi che, però, non sono nella terna che il centrodestra “compatto e unito” ha presentato nel corso della conferenza stampa congiunta con Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Antonio Tajani.

Si tratta di Marcello Pera, Carlo Nordio e Letizia Moratti. “Non sono nomi di bandiera”, assicura il leader del Carroccio. Nomi “sicuramente di qualità”, dirà pochi minuti Enrico Letta, e a cui il centrosinistra guarda senza nessun tipo di pregiudizio. Adesso, il Centrodestra, con grande senso di responsabilità nei confronti di tutti gli italiani, ha messo sul tavolo una proposta credibile e in grado di rappresentare tutto il Paese. Non è il momento di veti e muri da parte di nessuna forza politica.