QUIRINALE, VERSO L’ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. “GRANDE EMOZIONE E RESPONSABILITA’”

La prima votazione per l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica è andata. Scheda bianca, così come già largamente previsto, in attesa che i partiti trovino un accordo. D’altronde, l’obiettivo di raggiungere la maggioranza di 673 grandi elettori era troppo ambizioso in questa prima giornata di voto.

“Abbiamo preferito votare scheda bianca – commenta il senatore Luca Briziarelli – per tenere vivo il dialogo con le altre forze politiche, per assicurare a tutti gli italiani un profilo in grado di traghettare il nostro Paese oltre la pandemia verso la ripartenza sociale ed economica. Vogliamo un Capo dello Stato che possa rappresentare gli interessi del nostro Paese sul piano internazionale, ma che sia anche garante di unità e di equilibrio tra i poteri dello Stato in una fase così delicata per il nostro Paese”

La giornata politica è iniziata alle 15:00 con la chiamata al voto del primo gruppo di Senatori, per poi passare a Deputati e delegati regionali. 1009 grandi elettori, compresi anche gli asintomatici positivi al Covid che hanno potuto votare in un seggio allestito per l’occasione nel parcheggio privato della Camera dei Deputati. La votazione si è svolta secondo tempi ben precisi ed è proseguita a tamburo battente, per assicurare il rispetto delle disposizioni anti-Covid 19. Così, fino alle 21 circa. Quando i funzionari di Montecitorio hanno certificato il risultato: 672 schede bianche, con Paolo Maddalena il più votato, seguito da Sergio Mattarella e Marta Cartabia. Si va avanti con la seconda giornata. Si parte alle 15.

Per vedere il momento del voto, clicca qui