TRASPORTI, SBILANCIATI PRO DIESEL GLI INCENTIVI DEL MIMS. INTERROGAZIONE A GIOVANNINI PER FAVORIRE ALIMENTAZIONI ALTERNATIVE

“Occorre intervenire per modificare i criteri di assegnazione delle risorse al settore autotrasporti e favorire la transizione ecologica”. Così il Senatore Luca Briziarelli, Capogruppo Lega in Commissione Ambiente al Senato. “Il settore dell’autotrasporto – spiega – ricopre un ruolo fondamentale nella vita economica del Paese, ma secondo i dati nel 2020 circa il 90% dei veicoli destinati alla movimentazione delle merci su strada circolanti in Italia era alimentato a Diesel, di cui quasi il 70% di classe Euro 4 o inferiore. Il ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, da diversi anni prevede misure di incentivazione al rinnovo del parco dei veicoli pesanti e lo scorso 18 novembre il Ministro Giovannini ha annunciato la firma di due nuovi decreti – continua il Senatore del Carroccio -. Complessivamente in queste misure risultano stanziati in media circa 17,5 milioni all’anno nel prossimo biennio per l’acquisto di veicoli diesel, mentre per le alimentazioni alternative (gas naturale GNL, elettrici e ibridi) lo stanziamento medio è solamente di 10 milioni annui fino al 2026, in totale incoerenza con gli importanti sforzi richiesti al settore trasporti per il raggiungimento degli sfidanti obiettivi di decarbonizzazione e di riduzione delle emissioni. Per agevolare il processo di transizione dell’autotrasporto verso forme di mobilità più pulita queste risorse devono essere riequilibrate, per  questo, insieme al Sen. Paolo Arrigoni, responsabile Nazionale del dipartimento Energia della Lega e ai colleghi Simona Pergreffi, Maurizio Campari, Francesco Bruzzone e Giuliano Pazzaglini, ho depositato in Senato un’interrogazione rivolta al ministro Giovannini perché il MIMS intervenga nei criteri di stanziamento e perché, nei futuri decreti, si preveda una diversa allocazione dei fondi favorendo le alimentazioni alternative”.