“BENE L’INCONTRO CON ANCI UMBRIA, FONDAMENTALE L’IMPEGNO DI TUTTI PER MANTENERE I SERVIZI NEI PICCOLI COMUNI”

“Inutile prevedere risorse ed interventi specifici per aree interne, aree montane, piccoli Comuni se poi non si interviene a tutti i livelli istituzionali per tutelare servizi fondamentali come Poste, filiali bancarie o medici di famiglia. Per questo, oltre alle iniziative regionali occorre modificare l’impostazione a livello nazionale”. Sono le parole del Senatore della Lega, Luca Briziarelli a margine dell’incontro avuto oggi con Anci Umbria per avere un confronto proprio sulla mancata riapertura degli sportelli postali, sulla chiusura delle filiali bancarie e sulla situazione emergenziale data dalla carenza di medici di medicina generale nei territori.

 

 

“Da anni Anci si batte contro un tentativo di ridimensionamento dei servizi che non riguarda solo l’Umbria – ha spiegato Briziarelli -, ma tutto il territorio nazionale. Già nel 2015 l’Ufficio di Presidenza umbro dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani, del quale anch’io facevo parte, evitò numerose chiusure e riduzioni di orario. Considero quindi fondamentale il confronto con i parlamentari voluto dal Presidente di Anci Umbria, Michele Toniaccini che fa seguito alle iniziative degli ultimi mesi alle quali ho avuto occasione di partecipare sia a livello regionale che nazionale e che auspico possa diventare un appuntamento mensile fisso come annunciato dal Presidente.”

 

 

“Garantire servizi essenziali ai cittadini – conclude il Senatore Briziarelli – è sempre più difficile, per questo è fondamentale un’azione comune dei rappresentanti a tutti i livelli istituzionali. Nelle prossime settimane ci muoveremo in tal senso senza distinzioni di appartenenza nell’interesse delle nostre comunità”.

LEGGI ANCHE AGENPARL

ORVIETONEWS.IT