SENATORE CANDIANI, LA PROCURA CHIEDE L’ARCHIVIAZIONE, MA IL GIUDICE RINVIA A GIUDIZIO PER RAZZISMO

“Massima solidarietà a Stefano Candiani e Fabio Cantarella per la decisione del Giudice per le Indagini Preliminari di Catania di rinviare entrambi a giudizio per propaganda e istigazione a delinquere per motivi di istigazione razziale, etnica e religiosi nonostante la Procura avesse chiesto l’archiviazione, perché ‘il fatto non sussiste o comunque non costituisce reato’”. Sono le parole del Senatore della Lega, Luca Briziarelli che continua: “La loro colpa? Aver denunciato la grave situazione in cui versa il rione San Berillo in termini di criminalità e rischi per la sicurezza dei cittadini, come se non fosse vero. La Costituzione tutela la libertà di pensiero e di parola e sancisce l’insindacabilità del giudizio dei parlamentari, ma quando si tratta di Lega qualcuno se lo dimentica. Forza Stefano, siamo con te”.

LEGGI ANCHE: LA SICILIA.IT