DISCUSSIONE IN SENATO SUL DECRETO SEMPLIFICAZIONE

Il Senatore della Lega Luca Briziarelli è intervenuto in Senato per parlare del Decreto Semplificazione. “Il ringraziamento va a tutti, non è di maniera, anche per la civiltà con cui pur lavorando giorno e notte nella fatica e in qualche momento di tensione, siamo comunque arrivati a portare un provvedimento in aula, peraltro con il mandato ai relatori, un segno importante di cui il Paese aveva bisogno”. Ha esordito il Senatore che ha poi sottolineato come: “Nel gioco delle parti ci sta di descrivere a turno il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto, qualche volta l’unica conseguenza di questo gioco è che non lo capiscano i cittadini che lo stesso provvedimento lo vedono descritto come un disastro o la panacea di tutti i mali. Quello che è certo è che Conte aveva promesso il nettare degli Dei e invece nel bicchiere c’è acqua fresca, per carità meglio l’acqua fresca che il veleno, soprattutto per la sete che ha il Paese in particolare di risposte, ma sicuramente si poteva fare di più. Che ci sia qualcosa di buono nel provvedimento – ha continuano il Senatore leghista – sta in uno degli Emendamenti che come Lega con più forza abbiamo presentato e sostenuto, cioè l’emendamento 1.3 che proroga fino al 31 dicembre 2021 alcune delle norme più importanti del provvedimento. Mai avremmo chiesto di prorogare qualcosa di negativo, e ci mancherebbe, ma senza polemica non si può scomodare la Semplificazione in Italia e poi accontentarsi, lo dico anche io non me ne vogliano i colleghi del Pd, che per primi hanno registrato la dichiarazione; la montagna ha partorito il topolino […].

GUARDA L’INTERVENTO INTEGRALE DEL SENATORE LUCA BRIZIARELLI