CONFINDUSTRIA-CISAMBIENTE, CONVEGNO SU AMBIENTE E FINANZA

Il Senatore della Lega, Luca Briziarelli ha preso parte all’iniziativa organizzata da Confindustria-Cisambiente dal titolo “La centralità dell’uomo tra ambiente e finanza” a cui ha partecipato anche in qualità di Vicepresidente della Commissione Bicamerale Ecoreati. “Materialmente i reati li commette spesso l’uomo – ha spiegato il Senatore –  poi però abbiamo a che fare con delle cose che l’uomo è riuscito a creare (società con personalità giuridica). Penso per esempio alle Corporation che hanno per definizione come obbiettivo il profitto, a prescindere da tutto e da tutti. Quindi non è vero che è sempre l’uomo come persona, ma è l’interesse economico portato all’estremo, anche perché il tema di oggi è ambiente e finanza. Dal mio punto di vista scienza e tecnica sono uno strumento, magari è la contrapposizione tra modelli differenti che può creare un problema. Del resto l’Enciclica “Laudato si’” è stata ricordata da tutti i presenti e partiamo proprio da lì. Papa Francesco fa un passaggio che è fondamentale: parla di correggere i modelli di crescita non di andare verso una decrescita felice o di eliminare la tensione positiva alla crescita che può derivare anche dall’utilizzo positivo della scienza, della tecnica e di quello che possono offrire. Del resto se ci crediamo (e io sono credente) anche quello è un dono di Dio, ossia la possibilità di potersi migliorare, la tensione al miglioramento con la scienza e la tecnica. […]”.

Inoltre il Senatore Briziarelli ha parlato di impresa “che ha una caratteristica eccezionale: trasformare l’idea (magari il discorso) interessante accademicamente in qualcosa di concreto […]. Non si può vedere l’imprenditore come il nemico del lavoratore, ma come colui che interpretando in una certa maniera le regole, i valori e gli ideali può e deve fare impresa e guadagnare in un’ottica in cui quello che fa diventa utile alla società, al contesto”. Briziarelli ha concluso il suo intervento sottolineando la necessità di “Recuperare più impresa nell’economia e mettere qualche vincolo in più alla finanza facendo sì che poi chi lavora concretamente, spesso fianco a fianco dei propri operai, in azienda possa trovare il terreno di incontro che dia modo di interpretare diversamente e in maniera da correggere, i modelli senza rinunciare a una crescita che deve essere al contempo economica e sociale, così che l’uomo torni centrale rispetto alla finanza e alla burocrazia”.

GUARDA IL VIDEO INTEGRALE DEL SENATORE LUCA BRIZIARELLI