MOBILITA’ TRA COMUNI SITUATI A CONFINE DI REGIONI DIVERSE, IL PROBLEMA C’E’ A CAUSA DEL GOVERNO

“La questione degli spostamenti fra Comuni limitrofi situati in Regioni diverse è un problema reale, per questo avevamo provveduto a sollevarlo anche a livello nazionale– così i Parlamentari umbri della Lega, Riccardo Augusto Marchetti e Luca Briziarelli ed i consiglieri regionali Valerio Mancini ed Eugenio Rondini. ” Anche numerosi Presidenti di Regione, tra cui quelli della Lega, avevano chiesto ufficialmente al Governo di affrontare e regolamentare il tema direttamente nel Decreto Legge, così come fatto per gli spostamenti tra Regioni legati a grave stato di necessità, salute e lavoro”. Continuano gli esponenti del carroccio “Purtroppo né la richiesta dei Governatori, né quella contenuta nell’ordine del giorno presentato alla Camera dall’On. Marchetti sono state accolte. Stiamo ora lavorando a una soluzione che possa rispondere a questa esigenza che coinvolge numerosi Comuni della nostra regione (sia verso la Toscana che verso il Lazio e le Marche) tenendo conto anche del diverso rischio contagio presente nei territori confinanti ed individuando una soluzione che risolva il problema senza esporre i cittadini al rischio di sanzioni. Capiamo perfettamente questa problematica, tra l’altro sollevata da tempo anche da tutti i sindaci di confine, e ci auguriamo che una soluzione possa essere individuata quanto prima”.

LEGGI ANCHE: L’ORA DEL TRASIMENO

UMBRIA JOURNAL