COVID-19, IL GOVERNO STA CONDANNANDO A MORTE LE NOSTRE AZIENDE

“Ancora nessuna certezza sulle prossime riaperture. Invece che scaricare le colpe sulle Regioni e le Responsabilità sulle Task Force, se è capace Conte governi e risolva i problemi.” Sono state le parole del senatore della Lega, Luca Briziarelli durante la seduta in Senato che si è svolta il 12 maggio 2020. “Lunedì abbiamo avuto l’ennesima puntata di una telenovela che va avanti da mesi. Di un muro di gomma che nulla ha a che vedere con quel principio ideale di collaborazione che dovrebbe esserci fra il Governo e le Regioni. Sarebbe facile ricordare le dichiarazioni del Premier o di qualche Ministro, le risatine in conferenza stampa anche di esponenti della Protezione Civile, sarebbe facile ricordare lo scarica barile sulle forniture sanitarie (cito per tutte lo scambio durissimo fra la Presidente Donatella Tesei e il Governo e la Protezione civile sulle forniture dei ventilatori polmonari, non solo non sono arrivati nel numero giusto, ma sono arrivati senza batteria alcuni e con le istruzioni in cinese).  Ma si potrebbe ricordare la fuga precipitosa della Ministra Azzolina dal tavolo di confronto con gli assessori alla scuola delle varie regioni d’Italia, a tutt’oggi non abbiamo risposte chiare. Si potrebbe parlare dello scarica barile sulla cassa integrazione e sui pagamenti; ma preferisco andare veloce, sarebbe troppo lungo l’elenco, anche sui codici Ateco da aggiungere e togliere, sulle Faq che si moltiplicano per dare chiarezza ai cittadini. C’è però un fatto nuovo, di queste ore, che grida vendetta: oggi sono usciti i piani di sicurezza per la ristorazione. Si parla di 4 metri per avventore. Significa condannare a morte migliaia di ristoranti. Ci sono 184mila attività di ristorazione in Italia con oltre 1 milione e 20mila addetti e se quelle sono le misure che si adottano significa, condannarli alla chiusura. Ecco questo è un atto criminale, non quello che denunciava ieri Boccia di portare un caffè a un avventore da parte di un ristoratore, per Boccia comincia oggi la fase di responsabilità da parte delle regioni, ma in realtà la fase di responsabilità da parte delle regioni è iniziata da un pezzo; noi vorremmo che finisse oggi la fase di irresponsabilità di un Governo che scarica le colpe sulle regioni e le responsabilità su una task force. Se questo Governo è in grado, governi e dia risposte”. Così ha concluso il senatore Briziarelli.

ASCOLTA L’INTERVENTO IN AULA DEL SENATORE BRIZIARELLICLICCA QUI