COVID-19, SOSTEGNO A COMPARTO LATTE, DA MINISTRO SOLO SILENZIO

“Il settore latteo-caseario è uno tra i più colpiti dalla crisi economica che si è ingenerata con la diffusione del Coronavirus nel nostro Paese. Questa triste realtà, nota a tutti è stata recentemente ribadita da Carlo Catanossi, Presidente di Grifo Latte, realtà che rappresenta un eccellenza a livello nazionale e che abbiamo avuto occasione di visitare personalmente. Gli unici che sembrano non accorgersene sono il Ministro Bellanova ed i suoi colleghi di governo. È il momento di dimostrare vicinanza al comparto intero ed ai produttori, già in estrema difficoltà
per il drastico calo della domanda che sta portando ad una ricontrattazione a ribasso del prezzo pagato agli allevatori.
La Lega, che ha ascoltato le necessità degli imprenditori del settore, ha presentato alcuni emendamenti ed ordini del giorno specifici al “Cura Italia” cercando di andare incontro alle loro richieste, così da far fronte ai danni diretti ed indiretti derivanti dall’emergenza che stiamo vivendo per garantire trasparenza e controlli più stringenti sulle importazioni di latte straniero, proteggendo così l’intera filiera del latte italiano, congelare l’incasso delle multe per lo sforamento delle quote latte, permettere l’utilizzo dei sottoprodotti di origine animale ottenuti dal latte in tutti gli impianti per la produzione di biogas. Caro ministro, questo è solo buonsenso: anziché ventilare sanatorie e legalizzazioni, riesce a fare il suo dovere e a sostenere quanti, col loro lavoro, creano ricchezza e un prodotto di eccellenza per il nostro Paese? “.

Così i senatori della Lega Gian Marco Centinaio, già ministro delle Politiche Agricole e Forestali, e Luca Briziarelli, capogruppo in commissione Ambiente.