COVID-19, CONSEGNA FARMACI A DOMICILIO, UMBRIA SI ATTIVI IN ATTESA CHE GOVERNO PROVVEDA

“La diffusione del contagio si combatte, sì, con la riduzione degli assembramenti, ma anche e soprattutto usando misure di buonsenso. Non basta raccomandare ad anziani e persone affette da patologie croniche o con stati di immunodepressione di non uscire dalla propria abitazione al di fuori dei casi di stretta necessità e non fornire assistenza in tal senso. Ecco perché chiediamo con forza che per le migliaia di anziani, malati cronici ed immunodepressi costretti a rifornirsi dei medicinali di cui necessitano presso le farmacie o le strutture ospedaliere, il governo organizzi un capillare servizio di consegna domiciliare e gratuita.
Non si può predicare l’osservanza di rigide norme comportamentali e poi esporre i più deboli ai rischi di un contagio, spesso letale, per chi risulta più fragile. Per questo, in attesa che il governo prenda in considerazione la nostra proposta e affronti immediatamente questo aspetto, ho chiesto all’Assessore alla Sanità Umbro Luca Coletto di farsi carico del problema che riguarda decine e decine di cittadini della nostra regione e di valutare la possibilità di attivare tale servizio.

LEGGI ANCHE: UMBRIA JOURNAL