RICOSTRUZIONE POST SISMA, ARRIVA IL FINANZIAMENTO PER IL RIPRISTINO DELLE CHIESE DANNEGGIATE

Finalmente è stata approvata l’ordinanza per il ripristino degli edifici di culto. Grazie a due emendamenti che ho presentato insieme a Paolo Arrigoni, per i lavori di competenza delle diocesi sulle chiese danneggiate dal terremoto con importo non superiore a 600.000 euro per singolo lavoro, sarà possibile seguire procedure più snelle rispetto a quelle previste per la ricostruzionepubblica, spesso più lunga e macchinosa

Ricostruzione luoghi di culto, arriva il finanziamento per ripristino chiese

Roma, 12 lug. – “Con l’approvazione dell’ordinanza attuativa per il ripristino degli edifici di culto avvenuta a Rieti, il governo e la Lega danno l’ennesimo segnale di totale vicinanza alle comunità colpite dal sisma del 2016. Dare la possibilità a tanti comuni di avere fattivamente restaurati i propri luoghi di culto, di preghiera, di umana vicinanza, significa operare per la tenuta morale e sociale di realtà territoriali già duramente provate.

Concretamente, proprio grazie a due emendamenti della Lega, uno inserito nella conversione del decreto legge 55/2018 ‘Terremoto’ e uno approvato nel decreto legge 109/2018 ‘Emergenze’, si è introdotta la possibilità che i lavori di competenza delle diocesi sulle chiese danneggiate dal terremoto con importo non superiore a 600.000 euro per singolo lavoro, potessero seguire procedure più snelle previste per la ricostruzione privata, in luogo della ricostruzione pubblica, spesso più lunga e macchinosa.
Ciò ha consentito lo stanziamento di 275 milioni di euro necessari ad intervenire in 82 chiese in Umbria, 85 nel Lazio, 88 in Abruzzo, 385 nelle Marche. Siamo orgogliosi di aver contribuito – e continueremo a farlo – al sostegno di tessuti economici e sociali che meritano nuove occasioni, necessarie per consentire che le migliori energie che questi territori sanno esprimere, ripartano verso un futuro migliore”.
Così in una nota i senatori della Lega Paolo Arrigoni, questore del Senato e componente della commissione Ambiente di Palazzo Madama, e Luca Briziarelli, capogruppo Lega in Commissione Ambiente al Senato, sottoscrittori degli emendamenti. (Umbria journal)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *