Perugia. Dopo l’incremento delle forze dell’ordine in Umbria, continua l’attenzione del Governo al cuore verde d’Italia. Su sollecitazioni del Ministro Centinaio al quale, come parlamentari Lega Umbria, abbiamo chiesto un intervento diretto, Agea ha finalmente annunciato lo sblocco degli anticipi del 2018 della Pac consentendo, tra l’altro, l’erogazione immediata di 62 milioni di euro per 41mila realtà agricole delle regioni colpite dal terremoto tra cui l’ Umbria.

“Esprimiamo dunque soddisfazione per l’arrivo dei finanziamenti – scrivono in una nota i parlamentari Virginio Caparvi, Riccardo Augusto Marchetti, Luca Briziarelli, Donatella Tesei e Simone Pillon – certi che questo sarà il punto di partenza per ripristinare buonsenso anche nel mondo agricolo, per anni vittima ingiustificata di un Governo di Sinistra troppo lontano dalle esigenze dei cittadini e fin troppo concentrato su se stesso. Come parlamentari siamo orgogliosi di aver contribuito allo sblocco dei finanziamenti e riteniamo che, con dedizioni, umiltà e pazienza le cose iniziano a migliorare. Si tratta di un percorso lungo ma importante, fatto di tanti piccoli passi quotidiani come lo sblocco di finanziamenti attesi da anni da molti agricoltori umbri che fino ad oggi hanno assistito a inutili proclami sia da parte del Governo Centrale sia da parte della Regione Umbria. Come Lega continuiamo il nostro lavoro in perfetta simbiosi con i territori, nel frattempo ci auspichiamo che la Regione approvi la proposta di legge dei consiglieri Valerio Mancini ed Emanuele Fiorini sull’istituzione di un Ente pagatore regionale”