IL PREFETTO DIFFIDA LA MARINI SUL PROTOCOLLO GENDER. LA LEGA AVEVAMO RAGIONE NOI

Il Prefetto di Perugia diffida la Presidente Marini sul protocollo applicativo a favore del gender, e arriva il commento positivo della Lega: “Avevamo ragione, Omphalos si rassegni”.
Ad esprimere soddisfazione sulla questione sono i vertici Lega Umbria con i suoi parlamentari e consiglieri regionali che chiedono alla Presidente Marini il ritiro immediato dell’atto. “Come avevamo annunciato in conferenza stampa qualche giorno fa – si legge nella nota – la giunta regionale ha approvato un protocollo in contrasto con la legge in cui, sotto il paravento delle solite “discriminazioni omofobiche” , si prevede che le organizzazioni gay siano arruolate per andare nelle scuole umbre a fare educazione sessuale ai bambini. Eppure la legge regionale, dopo la nostra battaglia in assise con consigliere Valerio Mancini che presentò a tal proposito 52 interventi per ostruirne l’approvazione, aveva radicalmente escluso ogni intervento diretto sui minori. La Lega ha scoperto l’inganno e lo ha annunciato in conferenza stampa trovando, secondo quanto riportato dalla stampa, la piena condivisione del Prefetto. Alla luce di ciò – precisano dalle fila del Carroccio – la giunta Marini ritiri l’atto e ammetta l’ennesimo fallimento: i bambini non possono essere strumenti di propaganda politica”.
LEGGI ANCHE
TRG
AGENZIA STAMPA ITALIA
TUTTOGGI INFO 
#DICONODINOI
     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *