Skip to Content

Monthly Archives: giugno 2018

ENALCACCIA COMPIE 50 ANNI E PENSA AL FUTURO

Al Tav Umbriaverde di Massa Martana alla Festa dei 50 anni di Enalcaccia. Un’occasione di confronto con il Presidente Nazionale Lamberto Cardia e il Consiglio Direttivo sulle proposte della Lega per il mondo venatorio, dai problemi legati al recepimento della direttiva Armi, alla necessità di intervenire sul Tulps (Testo unico di pubblica sicurezza) per evitare la penalizzazione per i cacciatori in fase di rilascio e rinnovo delle licenze fino alla proposta di eliminare il divieto di utilizzo dei richiami vivi per gli acquatici. #cacciaambiente

 

0 0 Continue Reading →

INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE A CORCIANO: LA LEGA C’È

A Corciano con Virginio Caparvi – Lega e Simone Pillon. La Lega entra per la prima volta in Consiglio comunale grazie a Franco Testi Sindaco per Corciano, Roberto Bracco, Gianluca Taburchi e a tutti i candidati che hanno reso possibile questo risultato

La Lega fa il bilancio delle elezioni a Corciano: “Entriamo in comune con tre consiglieri per tutti i cittadini”

A venti giorni dal voto delle amministrative che hanno visto rieleggere Cristian Betti sindaco di Corciano (grazie anche all’appoggio di cinque liste a sostegno) ed affermare il Pd come il primo partito del Comune, anche per la Lega è tempo di primi bilanci. E, questi ultimi, non possono non partire da un dato oggettivo: la Lega, con i suoi 1416 voti di lista che rappresentano il 16,7% di percentuale, è il secondo partito più votato e rappresentato dentro le stanze del potere locale.

“È questo un grande motivo di soddisfazione per il quale ringraziamo tutti i nostri elettori – hanno affermato dal Direttivo di sezione il segretario Drusian ed il vice Pitti – che va a premiare tutta la squadra che ha partecipato a questa competizione elettorale e che rende onore al nostro candidato sindaco Franco Testi che, nonostante chi abbia voluto sottolineare ingiustamente come quello della Lega sia stato un voto di opinione, ha in realtà riscosso enorme simpatia, credibilità oltre che consenso”.

“Non solo – sempre secondo il segretario Drusian – la Lega ha partecipato per la prima volta in assoluto con una propria lista alla competizione elettorale ed è riuscita a far eleggere tre consiglieri, oltre a Franco Testi due giovani, Roberto Bracco ma, soprattutto, Gianluca Taburchi, corcianese doc e membro dello stesso Direttivo di Sezione per la elezione del quale, non possiamo che manifestare una duplice soddisfazione e orgoglio.

“Tutti e tre i neoeletti – prosegue – sapranno portare avanti al meglio le nostre istanze dall’interno della macchina amministrativa e potranno così constatare proprio da dentro tutto ciò che ancora fa parte di un sistema di potere che va avanti da troppi anni e che, come i risultati hanno dimostrato, sta iniziando a traballare anche a Corciano”.

“A partire dal prossimo ed imminente primo Consiglio comunale che dovrebbe essere convocato a breve, proprio questa settimana – concludono dal Direttivo di Sezione – siamo sicuri che i nostri rappresentanti sapranno dare battaglia in difesa dei diritti di tutti ma, prima di tutto, dei corcianesi i quali saranno debitamente informati di tutto quanto si deciderà dentro le sale del consiglio senza mai perdere di vista, da parte dei nostri rappresentanti, il contatto umano con la gente e quella presenza sul territorio che è nota caratteristica del nostro partito”.

LEGGI ANCHE CORCIANONLINE

#diconodinoi

0 0 Continue Reading →

IL SENATO APPROVA IL DECRETO SUL TERREMOTO: LA PRIMA PIETRA DEL CAMBIAMENTO

Oggi in Aula abbiamo approvato il nuovo testo del decreto Terremoto. C’è ancora molto da fare, ma abbiamo cominciato a dare a cittadini ed imprese le risposte che aspettavano da mesi: sanatorie pendenti, piccole difformità, opere realizzare per emergenza abitativa, proroghe per la presentazione di documenti importanti, sospensione dei mutui, proroghe, esenzioni e molto altro ancora. Oggi abbiamo posato la prima pietra della ricostruzione e anche della realizzazione del contratto di Governo

 

0 0 Continue Reading →

A PORTATA DI FUTURO: SCENARI, TENDENZE E RIVOLUZIONI DEL CIBO CHE VERRÀ

All’Assemblea della Cooperazione Agroalimentare e della Pesca di Confcooperative. Insieme a tanti amici Umbri come Lorenzo Mariani e Valter Sembolini. Un’occasione importante di confronto tra Governo e Cooperazione, grazie alla partecipazione del Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Gian Marco Centinaio. Come ha sottolineato Maurizio Gardini “Le Cooperative, quelle vere, rappresentano il 70% del latte, il 60% del vino, il 50% dell’ortofrutta del nostro Paese: una filiera 3 volte italiana, non delocalizzano, sono radicate sul territorio e costruiscono filiere per i soci produttori. Producono in Italia, pagano le tasse in Italia, lavorano prodotto italiano.” Tre motivi validi per difendere e valorizzare questa importante realtà

0 0 Continue Reading →

COOPERATIVA PESCATORI DEL TRASIMENO: UN FUTURO CHE POGGIA SU 90 ANNI DI STORIA

Insieme a Filippo Gallinella ad incontrare la “Cooperativa Pescatori del Trasimeno” per parlare di salvaguardia e valorizzazione del Trasimeno: Una risorsa per tutta l’Umbria.

Cooperativa Pescatori del Trasimeno distribuisce il proprio pescato sotto il marchio Sapori del Trasimeno riconoscendo la qualità del prodotto e garantendo il giusto prezzo lungo tutta la filiera. Potete deliziarvi con dell’ottimo pesce del Trasimeno, acquistandolo direttamente in cooperativa come pesce fresco o confezionato -hamburger, crocchette e bastoncini di pesce – oppure degustandolo nei migliori ristoranti del Trasimeno.

La cooperativa Pescatori del Trasimeno vi permette di organizzare battute di pesca sportiva o di essere pescatori per un giorno, per vivere un’avventura a stretto contatto con la natura del parco del lago.

La cooperativa organizza anche corsi di cucina alla scoperta delle ricette tradizionali dell’area del Trasimeno, escursioni naturalistiche nei posti più affascinanti all’interno del lago, pacchetti week-end e, su richiesta, serate in spiaggia con musica e grigliate di pesce.

0 0 Continue Reading →

AI BALLOTTAGGI LA LEGA FA BOTTINO PIENO. ESPUGNATE TERNI, UMBERTIDE E SPOLETO

“TERNI LIBERA. NEL 2020 LIBEREREMO ANCHE L’UMBRIA. A Terni con Virginio Caparvi per festeggiare la vittoria di Leonardo Latini e il successo della Lega. Un successo costruito sul territorio grazie anche all’intervento di Emanuele Fiorini, Federico Cini e a tutti i militanti 

Ballottaggi, a Terni vince il leghista Latini: il capolavoro di Matteo Salvini contro comunisti e Di Maio

Un sindaco della Lega nella (ex) rossa Umbria: è Leonardo Latini il nuovo sindaco di Terni, ed è un po’ il capolavoro di Matteo Salvini che è riuscito a far trionfare un esponente del Carroccio, sostenuto da tutto il centrodestra, in una storica roccaforte della sinistra. Latini, che aveva sfiorato la vittoria al primo turno, ha raccolto il 63,4% delle preferenze contro il grillino Thomas De Luca, che si è fermato al 36,6% non riuscendo ad attrarre i voti del centrosinistra rimasto fuori dalla sfida finale. Un simbolico ballottaggio di governo tra Lega e M5s, stravinto dalla prima. E non è un dato da sottovalutare (LIBERO QUOTIDIANO)

LEGGI ANCHE

AFFARIITALIANI

UMBRIA24

CORRIERE.IT

0 0 Continue Reading →

A CANNARA PER FESTEGGIARE FABRIZIO GAREGGIA E LA SUA LISTA

A Cannara per festeggiare insieme a Lamberto Marcantonini e Stefano Ansideri: Hanno vinto Fabrizio Gareggia e i “Cannaresi liberi”, hanno vinto le idee e i progetti. Ora si può tornare al lavoro nell’interesse della comunità. La Lega ha creduto in questo progetto e lo ha sostenuto, continueremo ad esserci per dare una mano. #cannaresiliberi #governodelcambiamento

Fabrizio Gareggia è nuovamente sindaco di Cannara

Fabrizio Gareggia è nuovamente sindaco di Cannara Torna sulla poltrona di primo cittadino Fabrizio Gareggia, che distacca in modo netto Properzi e Ortolani. Queste le sue prime parole scritte su Facebook: «È stata una campagna elettorale lunghissima e molto dura. Abbiamo lavorato per costruire un gruppo forte, in cui i legami personali e l’amore per Cannara sono stati il collante e il valore aggiunto della nostra proposta. Da domani si comincia a lavorare, abbiamo tanta strada da fare insieme. Grazie! Cannara ti amo!»

Il comune di Cannara alla guida di Fabrizio Gareggia lo scorso anno era stato commissariato. Ora Gareggia ritorna alla guida della sua amata Cannara. Gareggia ha sbancato ottenendo 1.005 voti pari al 41,54%, superando Fabiano Ortolani che ha ottenuto 830 voti (34,31%), distaccandosi nettamente da Biagio Properzi che ha preso 584 voti (24,14 %). La maggioranza a Cannara avrà 8 seggi, 2 seggi anche per Ortolani e 2 per Properzi.

Elettori: 3.622 | Votanti: 2.484 (68,58%) Schede non valide: 65 ( di cui bianche: 24 ) Schede contestate: 0 (UMBRIA JOURNAL)

0 0 Continue Reading →

UNA GRANDE MOSTRA PER FAR CRESCERE IL TERRITORIO

UNA GRANDE MOSTRA PER FAR CRESCERE IL TERRITORIO. A Montefalco insieme a Stefano Candiani Donatella Tesei Lucia Borgonzoni Valerio Mancini Consigliere Regionale Daniela Settimi per l’inaugurazione della Mostra “Capolavori del Trecento”. Un viaggio straordinario raccontato da 70 opere uniche che rendono omaggio alla ricercatezza di Giotto e all’eleganza delle nostre terre. Complimenti a tutti colori che hanno reso possibile questo evento: un modello di collaborazione da esportare in tutta Italia

Un grande secolo per una grande mostra in Umbria. “Capolavori del Trecento. Il cantiere di Giotto, Spoleto e l’Appennino”, curata da Vittoria Garibaldi, Alessandro Delpriori e Bernardino Sperandio, visitabile dal 24 giugno al 4 novembre 2018 nei comuni di Trevi, Montefalco, Spoleto e Scheggino, è stata inaugurata ieri 22 giugno, a Montefalco alla presenza  delle massime autorità istituzionali della Regione. Oggi, 23 giugno, è invece prevista l’inaugurazione delle sedi espositive di Scheggino e Spoleto.

L’anteprima per la stampa- La mostra vanta l’esposizione di circa 70 dipinti a fondo oro su tavola, sculture lignee policrome e miniature, che raccontano la meraviglia ambientale dell’Appennino centrale e la civiltà storico-artistica, civile e socio-religiosa nell’Italia di primo Trecento.

Nella giornata  del 22 giugno, la stampa ha avuto modo di visitare in anteprima le sedi espositive. Sotto la sapiente guida dei curatori Vittoria Garibaldi, Alessandro Delpriori e Bernardino Sperandio, ne è scaturito un piccolo reportage fotografico che è disponibile nella gallery che segue l’articolo di presentazione della mostra. Il tutto  proprio mentre gli addetti ai lavori stavano ultimando  alcuni dettagli dei singoli allestimenti e proprio mentre si davano gli ultimi ritocchi “di bellezza” alle preziose opere. Sempre nella giornata del 22 giugno non è mancato il colpo a sorpresa, con la visita del critico e storico dell’arte, Vittorio Sgarbi che con il consueto stile “sturm und drang” ha visitato tutte le sedi espositive. Sgarbi ha poi rilasciato un commento ai giornalisti presenti dichiarandosi soddisfatto e molto compiaciuto della mostra e del suo allestimento dove si possono ammirare alcune opere di grandissimo valore storico artistico.

Sono quattro le sedi espositive: a Trevi il Museo di San Francesco; a Spoleto il Museo Diocesano – Basilica di Sant’Eufemia e il Museo Nazionale del Ducato; a Montefalco il Complesso Museale di San Francesco. Nello Spazio Arte Valcasana di Scheggino sarà possibile vivere uno sguardo corale, emozionante, sulla trama di chiese, pievi, eremi e abbazie in Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio dove questi artisti di cultura giottesca hanno lavorato tra la fine del Duecento e gli inizi del Trecento, connessi attraverso itinerari organizzati che permetteranno di scoprire luoghi ed opere d’arte incantevoli.

La mostra, organizzata da Civita Mostre e Sistema Museo, è promossa dai comuni di Trevi, Montefalco, Spoleto e Scheggino, dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, dal Polo Museale dell’Umbria, dalla Regione Umbria, dall’Archidiocesi di Spoleto-Norcia, con il contributo di Gal Valle Umbra e Sibillini.

La mostra gode del prestigioso patrocinio dei Musei Vaticani e dell’International Council of Museums (ICOM) Italia.

Partner dell’evento sono Associazione Rocca Albornoziana, ATI 3 Umbria, Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto e VUS COM; sostenitori Banca Popolare di Spoleto e azienda Fabiana Filippi.

La lezione del maestro Giotto- Il successo, nel cuore verde d’Italia, della lezione rivoluzionaria di Giotto e dello stupefacente virtuosismo dei capiscuola senesi Pietro Lorenzetti e Simone Martini, sarà raccontata in mostra attraverso una costellazione di artisti, spesso anonimi, che si fecero interpreti dell’anima più profonda e vera dell’Appennino, declinando emozioni di fede e dolcezza, dipinte con un linguaggio pittorico intenso, ed un magistero tecnico sorprendente. Fino alla meraviglia che nasce dalla visione di capolavori conservati in musei e raccolte di grande prestigio, come la Fondazione Cini di Venezia, il Museo Poldi Pezzoli di Milano, l’Alana Collection di Newark (USA).

I visitatori di queste mostre potranno vivere il privilegio di ammirare opere rese visibili per la prima volta al vasto pubblico. Ricordiamo i due stupefacenti dossali esposti nell’appartamento di rappresentanza di Sua Santità il Pontefice, entrambi provenienti da Montefalco, restaurati per l’occasione dai magistrali laboratori dei Musei Vaticani; oppure lo straordinario riavvicinamento del Trittico con l’Incoronazione della Vergine del Maestro di Cesi e il Crocifisso con Christus triumphans dipinti entrambi per il monastero di Santa Maria della Stella di Spoleto, oggi separati tra il Musée Marmottan Monet di Parigi e il Museo del Ducato di Spoleto. Per la prima volta, dall’inizio dell’Ottocento, torneranno insieme.

Visitando le sedi espositive, e i luoghi nel territorio, sarà possibile entrare in una bottega d’artista medievale, per comprenderne il virtuoso e febbrile impegno nel realizzare fondi oro, sculture, miniature, oreficerie, affreschi, in un caleidoscopio di raffinate e originali personalità che vivevano il loro punto di riferimento in una delle capitali artistiche dell’Italia medievale, la città ducale di Spoleto: il Maestro delle Palazze, il Maestro di Sant’Alò, il Maestro di San Felice di Giano, il Maestro di Cesi, il Maestro di San Ponziano, il Maestro della Croce di Trevi, il Maestro della Croce di Visso, il Maestro di Fossa.

0 0 Continue Reading →

GUARDIA DI FINANZA, 244 ANNI DI AL SERIO DELLA COLLETTIVITA’

GUARDIA DI FINANZA, 244 ANNI DI AL SERIO DELLA COLLETTIVITA‘. A Perugia con Donatella Tesei, Valerio Mancini Consigliere Regionale ed Andrea Romizi per le celebrazioni dell’anniversario di fondazione della Guardia di Finanza. Un plauso ai Finanzieri umbri per le importanti operazioni compiute contro evasori totali e associazioni criminali. Serve lavorare su un nuovo approccio basato sulla buona fede dello Stato nei confronti dei cittadini delle imprese oneste messe un difficoltà dalla pressione fiscale e dalla crisi; concentrando i controlli per scovare gli evasori fiscali e dei truffatori. Occorre semplificare gli adempimenti fiscali e permettere a chi vuole regolarizzare la propria posizione di poterlo fare in base alle proprie possibilità attraverso la “Pace Fiscale” che la Lega ha proposto in campagna elettorale. Da qui parte l’impegno dell nuovo governo.

Perugia, celebrazione del 244esimo anniversario del Corpo della Guardia di Finanza. Venerdì 22 giugno è stato celebrato dalle Fiamme Gialle umbre il 244° Anniversario della fondazione del Corpo della Guardia di Finanza. L’evento è stato preceduto dalla rituale deposizione di una corona d’alloro presso la Caserma “Cefalonia-Corfù”, sede del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Perugia, a commemorazione dei Finanzieri del Battaglione Mobilitato affiancato alla Divisione Acqui, che, nei giorni di incertezza successivi all’armistizio dell’8 settembre 1943, scelsero di difendere ad oltranza le isole di Cefalonia e Corfù dalle truppe tedesche.

Il valore dimostrato valse alla Bandiera del Corpo la Medaglia d’Oro al Valor Militare. A seguire, si è svolta la cerimonia alla presenza delle massime Autorità civili, militari e religiose presso la Sala dei Notari, nel cuore del capoluogo regionale, in linea con la centralità della missione delle Fiamme Gialle e la forte vocazione sociale che connota, oggi ancor di più, la relativa attività, a salvaguardia di fondamentali principi e valori della collettività, come l’uguaglianza, l’equità, la capacità contributiva, la libertà d’impresa e la leale concorrenza nel mercato.

Dopo la lettura dei messaggi del Presidente della Repubblica e dell’Ordine del Giorno Speciale del Comandante Generale della Guardia di Finanza, il Comandante Regionale Umbria, Gen. B. Antonio Sebaste, ha ringraziato i gentili ospiti, in particolare, Sua Eminenza il Cardinale Gualtiero Bassetti, intervenuto nonostante gli ulteriori impegni quale Presidente della C.E.I..

Il Comandante Regionale, dopo aver rinnovato immutati sentimenti di vicinanza e di solidarietà alla popolazione colpita dal sisma, ha tenuto un’allocuzione, tra l’altro, sottolineando come il quotidiano impegno dei Reparti della Guardia di Finanza dell’Umbria sia quello di attuare al meglio la delicata quanto rilevante missione istituzionale per salvaguardare le libertà economiche, fornire risposte concrete ed incisive alle istanze di tutela dei contribuenti e dei cittadini rispettosi delle regole e favorire la compliance.

L’attività a contrasto delle più gravi e dannose forme di evasione, elusione e frode fiscale, degli sperperi di risorse pubbliche, della corruzione, del riciclaggio e delle multiformi minacce della criminalità è, infatti, indispensabile per contribuire ad assicurare le condizioni di giustizia e solidarietà su cui si fonda il patto tra Stato e cittadini ed il perseguimento del bene comune.

Di ciò, ha sottolineato il Comandante Regionale, dobbiamo continuare ad essere fieri ed orgogliosi ed a profondere il massimo impegno nell’assolvimento delle funzioni, per contribuire a preservare dalle contaminazioni delle illecite attività, nei settori di competenza, il bellissimo territorio, ricco di storia, cultura e tradizioni, nel quale abbiamo il privilegio e la responsabilità di operare a tutela della collettività.

Sul piano operativo, è stato specificato, il Comando Regionale Umbria della Guardia di Finanza, con i Comandi Provinciali di Perugia e Terni ed i relativi Reparti, ha proseguito l’azione di servizio orientata verso gli illeciti economico-finanziari maggiormente offensivi, tra l’altro, con l’effettuazione di investigazioni, anche in attuazione di molteplici deleghe d’indagine conferite dall’Autorità Giudiziaria ordinaria e contabile, in progressiva implementazione.

Le Fiamme Gialle umbre sono anche impegnate nel contrasto ai traffici illeciti e nel concorso al dispositivo di ordine e sicurezza pubblica. In tale ambito hanno altresì espletato servizi concorsuali di vigilanza e prevenzione nei territori colpiti dal sisma del 2016. I risultati di servizio conseguiti nel corso dell’intero 2017 e dei primi 5 mesi del corrente anno evidenziano in vari settori importanti performance e valori in incremento sul piano quali-quantitativo che premiano per gli sforzi profusi ai vari livelli e spronano ad un continuo, maggiore impegno a beneficio della comunità.

In ordine all’andamento positivo registrato è stato precisato che lo stesso è ascrivibile, in particolare, al processo sempre in atto di maggiore affinamento delle tecniche di selezione dei target operativi, in particolare per effetto di analisi di rischio, molte delle quali predisposte dallo stesso Comando Regionale Umbria, e di attività di intelligence e controllo economico del territorio. In tal modo sono effettuati interventi mirati relativamente alle fattispecie con più alto disvalore, in forza di accurati criteri selettivi.

Il Generale Sebaste ha altresì evidenziato come i significativi risultati siano anche il frutto della costante, costruttiva e leale collaborazione con le altre Istituzioni presenti sul territorio, alle quali è stata confermata la convinta volontà di continuare ad agire in sinergia, in un proficuo e profondo sforzo comune.

Il Comando Regionale Umbria è impegnato, naturalmente, anche sul fronte della prevenzione, tra l’altro, con iniziative di diffusione della cultura della legalità economica, in particolare, presso vari istituti scolastici, in attuazione di un apposito progetto avviato a livello nazionale dal Comando Generale della Guardia di Finanza di concerto con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Dall’attivazione della progettualità ad oggi, Ufficiali ed Ispettori della G. di F. hanno effettuato in Umbria incontri presso n. 137 istituti di istruzione, con la partecipazione di oltre 12.000 studenti. Da quest’anno, d’intesa con il Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, è stato implementato il già significativo numero di interventi presso le scuole.

La cerimonia è proseguita con la proiezione di brevi contributi video dei Prefetti di Perugia e Terni, del Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Perugia, del Procuratore Regionale della Corte dei Conti per l’Umbria e dei Procuratori Capo della Repubblica presso i Tribunali della Regione. Le Autorità, nel formulare gli auguri per la ricorrenza, hanno espresso il loro apprezzamento per l’elevata professionalità, la meritoria attività svolta ed i rilevanti risultati di servizio conseguiti in Umbria dalla Guardia di Finanza, quale fondamentale presidio della legalità nei settori di competenza. Il Generale Sebaste ha ringraziato per l’alta considerazione e le espressioni laudative per l’operato della Guardia di Finanza rinnovate anche nella circostanza.

Ecco il bilancio dei principali risultati conseguiti dal Comando Regionale Umbria nel corso del 2017 e degli ultimi cinque mesi del corrente anno.

Sequestrate disponibilità patrimoniali e finanziarie per oltre 51 milioni di euro agli autori di gravi reati fiscali, tra cui articolate frodi all’I.V.A., talune delle quali a carattere ultraregionale e transnazionale. Scoperte truffe e frodi nella percezione di contributi, erogazioni e finanziamenti di diversa natura, di origine sia nazionale che comunitaria, sequestrando beni per oltre 5,7 milioni di euro. Rilevati sprechi o irregolari gestioni di fondi pubblici, con segnalazione alla Corte dei Conti di danni erariali per oltre 88,7 milioni di euro.

Riscontrate, nel settore degli appalti pubblici, irregolarità per oltre 34,6 milioni di euro. Denunciati 30 soggetti nell’ambito dell’attività anticorruzione. Sequestrati/confiscati beni mobili e immobili per oltre 6,1 milioni di euro nell’attività di aggressione di patrimoni di provenienza illecita. Denunciati 113 soggetti per traffico di sostanze stupefacenti, di cui 30 in stato di arresto. (UMBRIA JOURNAL)

 

 

0 0 Continue Reading →

TERREMOTO: SALVINI, FELICE CHE NONNA PEPPINA TORNI A CASA

TERREMOTO: SALVINI, FELICE CHE NONNA PEPPINA TORNI A CASA Sono orgoglioso di aver contribuito a questo risultato insieme a tutti i Colleghi della “Commissione Speciale” Paolo Arrigoni Erica Rivolta Gianpaolo Vallardi, Giuliano Pazzaglini, Paolo Tosato e Stefano Borghesi. Ecco le dichiarazioni del nostro Segretario “Sono felice per nonna Peppina e per tutte le persone che si trovano nella sua situazione. Per mesi mi sono occupato e ho seguito la vicenda personalmente. Oggi posso dire evviva! Ma continuero’ a vigilare”. Cosi’ il vice premier e ministro dell’Interno Matteo Salvini sulla norma approvata in “Commissione Speciale” che consente a Maria Giuseppa Fattori, la 95enne di San Martino di Fiastra (Macerata) diventata il simbolo delle popolazioni terremotate, di tornare nella sua casa.

Terremoto, nonna Peppina può rientrare nella sua casetta di legno

La 95enne terremotata di San Martino di Fiastra, una piccola località in provincia di Macerata, potrà finalmente tornare nella casetta di legno abusiva costruita per lei dai familiari nel giardino della vecchia abitazione andata distrutta dal terremoto.

Lo ha stabilito la Commissione Speciale sul decreto legge Terremoto che contiene misure a favore delle popolazioni del centro Italia colpite dagli eventi sismici di due anni fa.

Il dl prevede, infatti, la regolarizzazione delle casette di legno abusive che si sono diffuse nel cratere del terremoto.

Così l’anziana donna potrà rientrare nell’alloggio provvisorio, costruito dopo le scosse che hanno reso inagibile l’abitazione in cui ha vissuto per 70 anni, messo sotto sequestro l’8 ottobre dalla procura di Macerata perché eretto in un’area a rischio idrogeologico e soggetta a vincolo paesaggistico.

In questo arco di tempo Peppina ha sempre rifiutato di abbandonare la sua casa, seppur ridotta ad un cumulo di macerie, ed il centro abitato di San Martino Fiastra. Una scelta coraggiosa che l’ha trasformata in un simbolo di tutti i terremotati. Per lei sono nati comitati spontanei di cittadini mentre la Regione Marche ed il sindaco del paesino hanno cercato di individuare un percorso di sanatoria.

Quando è stata “sfrattata” anche dal suo giardino, la nonnina ha scelto di non andare a vivere con la figlia a Castelfidardo, in provincia di Ancona, ma si è stabilita in un vicino container.

La vicenda è divenuta presto un caso politico con Matteo Salvini che ha fin da subito sostenuto la battaglia dell’anziana incontrandola due volte e presentando una proposta di legge in merito alla questione.

“Grazie al voto unanime della commissione speciale del Senato, nonna Peppina potrà finalmente rientrare nella sua casa! Per mesi mi sono interessato personalmente della vicenda e oggi posso dire evviva!” ha scritto con tono entusiastico nei suoi profili social il leader della Lega.

(IL GIORNALE 22.06.2018)

0 0 Continue Reading →